SACRAMENTI

Noi Cattolici abbiamo sette sacramenti e sono segni efficaci della presenza, della grazia e dell’Amore di Dio in mezzo a noi che ci procurano la salvezza, mettendoci in comunione con Dio e con i fratelli. I sacramenti sono chiamati segni della grazia di Dio perché in essi agisce in prima persona Cristo.

In questa pagina potete trovare in sintesi il significato dei singoli sacramenti e diverse informazioni inerenti alla loro celebrazione.

BATTESIMO

Il Battesimo rende figli di Dio, perché cancella il peccato originale e qualsiasi altro peccato. Viene sepolta la creatura vecchia e per l’azione dello Spirito santo nasce la nuova creatura: sepolti con Cristo per risorgere con lui a vita nuova. Questo sacramento incorpora a Cristo, introduce nella Chiesa e rende partecipe del sacerdozio comune dei fedeli. Il Battesimo è la porta d’ingresso nella Comunità cristiana; per questo è bene che se lo riceva nella propria comunità cristiana.

Annuncio di Battesimo

Se volete celebrare il sacramento del Battesimo basta prendere contatto con il nostro segretariato compilando precedentemente il foglio ANNUNZIO DI BATTESIMO (cliccate qui).

Inoltre, avrà luogo un incontro di preparazione e di formazione con il missionario.

La responsabilità e il compito dei padrini

I padrini sono le persone scelte per assistere colui o colei che deve essere battezzato/a. Il loro compito è quello di accompagnare il battezzando/a nel cammino di crescita cristiana.

Clicchi qui per scaricare il foglio dei compiti dei padrini.


CRESIMA o CONFERMAZIONE

La Cresima dona una particolare effusione dello Spirito Santo con i suoi sette doni: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà e timor di Dio, per fortificare la vita di fede del cristiano e perfezionare il suo inserimento nella Chiesa. Il cristiano, ricevendo questo sacramento, è chiamato con maggior forza e responsabilità alla testimonianza della propria fede, diffondendo con la propria vita il vangelo di Gesù in famiglia, nella scuola e nell’ambiente di lavoro.

La Diocesi di Basilea prevede che i giovani facciano la Cresima a partire dai 17 anni in su. Sono previsti alcuni incontri formativi che solitamente avranno luogo a partire dal mese di gennaio.  

Per annunciarsi clicchare qui.


EUCARISTIA

L’Eucaristia è il pane della vita e della grazia, quindi è il cibo dell’anima: dona forza e aiuto particolare per poter vivere la fede in modo autentico e pieno. Questo sacramento è il memoriale, cioè la riattualizzazione del sacrificio di Gesù, che si è offerto per la salvezza dell’umanità. E’anche il vertice della vita cristiana, perché cibarsi del Corpo di Gesù vuol dire identificarsi sempre di più a lui.

La prima Comunione concerne solitamente i bambini in età scolare; pertanto, la loro preparazione al sacramento dell’Eucaristia avviene nelle parrocchie svizzere locali, che con i loro catechisti si occupano dell’insegnamento religioso nelle scuole elementari. Le uniche eccezioni sono costituite da bambini di lingua italiana, appena giunti dall’Italia e non ancora integrati nel contesto locale svizzero oppure da ragazzi e persone in età più matura di lingua italiana, che desiderano accostarsi per la prima volta al sacramento dell’Eucaristia.


MATRIMONIO

Sposarsi secondo la fede della Chiesa vuol dire riconoscere che Dio accompagna gli sposi, con la sua benedizione e la sua protezione, sul loro cammino comune e rappresenta per essi, in ogni momento, sostegno e forza. Con il loro SI, gli sposi si donano reciprocamente, e quello stesso amore che li unisce è, nel contempo, il segno tangibile dell’amore di Dio per le sue creature.

Mediante quel SI, espresso con gioia ed emozione, dinanzi all’altare del Signore da due persone, che si sono incontrate, conosciute ed hanno imparato ad amarsi, si racchiude la massima espressione e la vera sintesi dell’amore. Insieme vogliono proseguire il loro cammino di vita, condividere gioie e dolori, nonché rimanere uniti, uno accanto all’altro, fedelmente e per sempre.

Come per tutti i momenti salienti della vita, anche qui prima di affrontare il grande passo, è fondamentale per i futuri sposi percorrere insieme un cammino di preparazione e riflessione sul tema del Matrimonio. Essi, confrontandosi con altre coppie e con l’aiuto del sacerdote e di altre persone competenti, nel corso di diversi incontri, hanno l’occasione di conoscersi l’un l’altro più a fondo, e di discutere su situazioni e tematiche inerenti alla vita di coppia.

Le coppie vengono anche orientate sui documenti da preparare per la celebrazione del sacramento del matrimonio sia in Svizzera che in Italia.

Tutte le coppie che desiderano sposarsi in chiesa sono pregati di contattare don Mimmo almeno 5 mesi prima dal matrimonio (mimmo.basile@zg.kath.ch).


UNZIONE DEI MALATI

L’unzione dei malati è un sacramento che viene amministrato ai malati nel corpo e nello spirito ed è il segno efficace della grazia di Dio per tutti i malati ed infermi affinché possano ricevere conforto e salvezza; inoltre testimonia la presenza di Cristo sofferente accanto a coloro che soffrono. L’Unzione dei malati dona ai malati la consapevolezza che non sono soli a lottare contro il male, ma sono sorretti dalla preghiera di tutta la Chiesa.

Questo sacramento può essere ripetuto più volte nelle circostanze diverse della vita. Solitamente si amministra questo sacramento comunitariamente durante la giornata del malato in marzo ma anche quando viene richiesto personalmente.


Il sacramento della Riconciliazione o della Confessione riguarda, senza alcun dubbio, la dimensione più profonda e personale della vita umana. Essere riconciliati vuol dire essere in armonia con se stessi, con il prossimo, con il mondo circostante e con Dio.

RICONCILIAZIONE

Ciò che turba la pace della coscienza è il peccato, che si manifesta nelle parole, nelle azioni e nelle omissioni. Attraverso la Riconciliazione diveniamo consapevoli dei nostri limiti e delle nostre mancanze e chiediamo perdono per le ferite che abbiamo recato a Dio Padre, nella persona di Cristo e nel rapporto con i fratelli e le sorelle e ci impegniamo a cambiare.

Nei tempi forti dell’anno liturgico, vale a dire durante l’Avvento e la Quaresima, la nostra Missione celebra le liturgie penitenziali, nel corso delle quali ai fedeli viene offerta la possibilità di confessarsi individualmente.

Anche prima delle sante Messe feriali e festive, il missionario rimane sempre a disposizione per la confessione individuale; altrimenti conviene prendere contatto personalmente e in qualsiasi momento con il missionario.